Archivio degli articoli con tag: cioccolato

Finalmente sono arrivate le erbe aromatiche sul mio balcone… ci sono il timo, la maggiorana, la melissa, il basilico e la menta!

Verdissima menta dolce e piperita che profumano l’aria soleggiata di queste giornate. Così mi sono preparata dei buonissimi muffin alla menta con crema di cioccolato: buonissimi e… freschi come solo la menta sa essere!

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Per circa 12 muffin

1 uovo
1 vasetto di yogurt
1 vasetto di zucchero
1 vasetto di oliodi girasole
2,5 vasetti di farina
foglioline di menta dolce e piperita
mezza bustina di lievito

Per la copertura al cioccolato:
panna da cucina
cioccolato fondente

Mettere tutti gli ingrendienti, esclusa la menta, in una terrina e mescolare. Quando l’impasto sarà omogeneo aggiungere la menta tagliata a pezzettini.

Trasperire l’impasto segli appositi pirottini e cuocere in forno riscaldato a 180ºC per circa 20 minuti. Lasciar raffreddare i muffin.

Preparare la crema al cioccolato mettendo sul fuoco la panna e il cioccolato tagliato a pezzetti fino a che questo non si sarà sciolto.

Una volta raffreddata anche la crema, spalmarla sopra i muffin con un coltello.

Annunci

Come promesso: ecco le uova di pasqua… e visto il meraviglioso clima che ha preceduto la Pasqua quest’anno, mi sono lasciata ispirare proprio dalla primavera, con la sua esplosione di fiori, colori e allegria!

Per chi volesse cimentarsi nella preparazione delle uova di pasqua, oltre a procurarsi tanta pazienza ed un buon termometro, ecco qualche indicazione per il temperaggio del cioccolato:

– Sciogliere il cioccolato a bagnomaria con il fuoco spento (l’acqua deve essere a circa 50ºC)

– Aggiungere al cioccolato fuso pezzetti di cioccolato a temperatura ambiente e mescolare fino a quando il cioccolato non avrà raggiunto una temperatura di 24/25 ºC

– Ora riportare la temperatura del cioccolato a 29/30 ºC

E il gioco è fatto: via il cioccolato nello stampo e… la trepidante attesa comincia!

Buona Pasqua a tutti e buona primavera! ;)

Al via le prove ufficiali per la realizzazione delle uova di Pasqua (in formato mignon); queste due sono andate ai miei nipotini, ma la produzione aumenterà sicuramente nelle prossime settimane!

Grazie al mio nuovissimo stampo per uova di cioccolata e ad una buona dose di pazienza ecco qui le new entry del blog!

E dopo Pasqua prometto foto di tutte le realizzazioni! ;)

Nel preparare la mia ricetta personalizzata dei “Bacetti di Dama al Dulce de Leche”, non ho potuto fare a meno di sperimentare anche la ricetta originale che prevede, come ripieno, del semplice cioccolato fondente sciolto a bagnomaria.

L’unica raccomandazione è quella di utilizzare cioccolato di ottima qualità. Per il resto la ricetta rimane identica a quella già postata in precedenza, di cui trovare il link qui.

 

 

Ero andata al supermercato e, con tutte le buone intenzioni del caso, avevo comperato delle pere perchè si sa, la frutta fa bene! Poi però le pere sono state ignorate a lungo all’ora della merenda fino a che non mi sono decisa a trasformarle in qualcosa di più gustoso!

Quasi per una scoperta casuale nasce questo dolcetto che, vi assicuro, è qualcosa di sublime! Da provare…

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Per circa otto porzioni
Per la base al Cioccolato:
3 vasetti di farina
2 vasetti di zucchero
1 vasetto di yogurt
1 vasetto di olio di semi
1 uovo
Cacao
Lievito

Per la mousse di pere:
Due pere mature
200 g di panna da montare
40 g di zucchero
Due fogli di gelatina alimentare
2 cucchiai di rhum o brandy

Per la base al cioccolato:

Mettere tutti gli ingredienti in una terrina e frullare il composto finchè non sarà omogeneo. Dividerlo in otto monoporzioni* e cuocere in forno caldo a 180ºC per circa 20 minuti.

Per la mousse di pere:

Lasciar ammorbidire in acqua tiepida la gelatina. Nel frattempo mettere sul fuoco una casseruola con le pere tagliate a pezzetti, il rhum e lo zucchero e far cuocere per circa mezz’ora fino a che le pere non saranno morbide.
Schiacciate le pere cotte (o frullatele) in modo da avere un composto omogeneo ed aggiungetevi, mentre sono ancora calde, la gelatina strizzata. Lasciar intiepidire.

Montare la panna ed amalgamarla con il composto alle pere (a temperatura ambiente).

Montare le coppette. Iniziare con la base di cioccolato che va bagnata con un cucchiaio di Rhum. Aggiungere poi uno o due cucchiai di mousse alle pere.

Lasciar riposare in frigorifero almeno 5 ore prima di servire.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Note:

*Io ho cotto le basi nelle medesime cocotte che ho poi usato per presentare il dolce. Le ho ricoperte con carta da forno in modo che mi fosse poi possibile estrarre le basi per livellarle togliendo la “cupoletta” centrale.