In cucina, dentro il forno, stanno cuocendo le pesche all’amaretto. Il Piemonte ha dei dolci che sanno davvero sorprendere; e le pesche con amaretti e cioccolato sono uno di quelli.

Così mentre mi godo questo odorino di amaretti e sciroppo di pesca, scrivo qualche riga in attesa di pubblicare poi le foto del risultato…

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Pesche (una a persona)
Amaretti secchi*
Scaglie di cioccolato fondente
Un uovo (se le pesche sono più di 8 aggiungerne un altro)
Un cucchiaio di zucchero a pesca

Tagliate le pesche a metà e togliete il nocciolo. Svuotate la polpa con l’aiuto di un cucchiaino (più polpa togliete maggiore sarà la quantità di ripieno; fatelo a vostro gusto). Posizionare le pesce sulla teglia coperta con carta da forno.

Tagliare a pezzetti la polpa tolta dalle pesce e metterla in una terrina. Aggiungere gli amaretti spezzettati (io lo faccio con le mani in modo che i pezzi abbiano diverse dimensioni che doneranno al ripieno diverse consistenze) e le scaglie di cioccolato.
Sbattere leggermente l’uovo con lo zucchero e mischiare con il contenuto della terrina.
Si ottiene un composto abbastanza sodo che andrà posizionato nel cavo delle pesche svuotate*.

Infornare a 180º per almeno 30 minuti (le pesche sono pronte quando la polpa raggiunge una consisitenza morbida al passaggio dello stecchino).

Lasciar raffreddare a temperatura ambiente e poi mettere in frigorifero.
Prima di servire spolverare con zucchero a velo.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Note:

* Se le pesche sono molto succose potrebbe essere necessario usare più amaretti; per questo non ho messo qui un quantitativo preciso. Potete regolarvi a seconda della consistenza dell’impasto finale per il ripieno, ed eventualemente aggiungerne in un secondo momento.

Annunci